Permesso di Costruire

E’ l’atto autorizzativo a cui sono subordinati gli interventi di trasformazione edilizia del territorio nel rispetto degli strumenti di pianificazione urbanistica, dei regolamenti edilizi e della disciplina urbanistico-edilizia vigente come individuati al Titolo II, Capo II del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380.

Sono soggetti a permesso di costruire:

  • gli interventi di ristrutturazione urbanistica;

  • gli interventi di lottizzazione;

  • interventi di nuova costruzione, per esempio:

  • la costruzione di nuovi edifici fuori terra, interrati o seminterrati;

  • l’ampliamento di quelli esistenti all’esterno della sagoma originaria;

  • l’installazione di manufatti leggeri, anche prefabbricati, e di strutture di qualsiasi genere, quali roulotte, camper, case mobili, silos, imbarcazioni, che siano utilizzati come abitazioni, ambienti di lavoro, oppure come depositi, magazzini e simili, e siano diretti a soddisfare esigenze durature nel tempo, in altre parole, permanenti;

  • la costruzione di una strada (allargamento, modificazione livello, anche non asfaltata);

  • le tensostrutture a carattere permanente;

  • le serre professionali a carattere permanente, anche aperte alla vendita;

  • la pertinenza avente un volume superiore al 20% dell’unità principale; (o superficie secondo la regione).

  • gli interventi di ampliamento e sopraelevazione di edifici esistenti;

  • gli interventi di ristrutturazioni edilizia (pesante) che, attraverso un insieme sistematico di opere, portino ad un organismo in tutto o in parte diverso dal precedente e che comportino aumento di unità immobiliari, modifiche del volume complessivo, della sagoma, dei prospetti o delle superfici, singolarmente o cumulativamente intesi, o che, limitatamente agli immobili compresi nei centri storici (ex zone omogenee A), comportino mutamenti della destinazione d’uso;

  • mutamenti di destinazione d’uso realizzati mediante interventi edilizi (cambio connessi ad interventi di ristrutturazione edilizia – pesante);

  • riqualificazione, ricomposizione tipologica di interi edifici;

  • gli interventi previsti altresì dalla legge regionale; ecc., ecc.

È necessario ricordare che le opere, senza Permesso, in caso d’abuso, determinano quello che viene chiamato: reato edilizio, punito dall’art. 44 DPR n. 380/01.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE
Deve essere presentata dal proprietario dell’immobile o da chi abbia titolo per richiederlo, o dal legale rappresentante, in caso di società, o da un procuratore-delegato appositamente conferito tramite procura speciale-delega.

Come deve essere presentata
L’istanza deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica rispettando l’elenco degli elaborati obbligatori della Checklist.

VALIDITÀ
Il permesso di costruire non può avere una durata complessiva superiore a 3 anni dall’inizio dei lavori, che devono comunque essere iniziati entro 1 anno dal rilascio. Può essere concessa una proroga all’ultimazione dei lavori nei casi indicati dall’art. 15 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380.

RIFERIMENTI NORMATIV: Normativa nazionale
Art. 10 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380
Art. 36 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380
D.Lgs. 25 novembre 2016 n. 222 “Individuazione di procedimenti oggetto di autorizzazione, segnalazione certificata di inizio di attivita’ (SCIA), silenzio assenso e comunicazione e di definizione dei regimi amministrativi applicabili a determinate attivita’ e procedimenti, ai sensi ….”

GESTIONE INIZIO E FINE LAVORI SU PERMESSO DI COSTRUIRE
La modalità e termini dell’inizio e della fine dei lavori del permesso di costruire sono stabilite dall’art. 15 D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380.
Il termine per l’inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo; quello di ultimazione, entro il quale l’opera deve essere completata, non può superare tre anni dall’inizio dei lavori. Decorsi tali termini il permesso decade di diritto per la parte non eseguita, tranne che, anteriormente alla scadenza, venga richiesta una proroga. La proroga può essere accordata, con provvedimento motivato, per fatti sopravvenuti, estranei alla volontà del titolare del permesso, oppure in considerazione della mole dell’opera da realizzare, delle sue particolari caratteristiche tecnico­costruttive, o di difficoltà tecnico­esecutive emerse successivamente all’inizio dei lavori, ovvero quando si tratti di opere pubbliche il cui finanziamento sia previsto in più esercizi finanziari.
La proroga dei termini per l’inizio e l’ultimazione dei lavori è comunque accordata qualora i lavori non possano essere iniziati o conclusi per iniziative dell’amministrazione o dell’autorità giudiziaria rivelatesi poi infondate.
Con l’entrata in vigore della L. 9 agosto 2013 n. 98 di conversione del L. 9 agosto 2013 n. 98 (cd. “Decreto del fare”) per le pratiche edilizie e/o i titoli abilitativi rilasciati o formatisi antecedentemente al 22 giugno 2013, l’interessato può presentare comunicazione di proroga, affinché i suddetti termini di inizio e fine lavori siano prorogati di 2 anni rispetto la scadenza prevista.
A partire dal 22 giugno 2016, non è più possibile quindi produrre comunicazioni di proroga relativamente alle DIA ed alle SCIA mentre per i permessi di costruire, rilasciati sempre prima del 22 giugno 2013, sarà possibile comunicare proroghe di fine lavori nel caso in cui la data dell’inizio dei lavori generi una scadenza del fine lavori successiva alla data in cui si intenda produrre la comunicazione.
La realizzazione della parte dell’intervento non ultimata nel termine stabilito è subordinata al rilascio di nuovo permesso per le opere ancora da eseguire, salvo che le stesse non rientrino tra quelle realizzabili mediante segnalazione certificata di inizio attività ai sensi dell’articolo 22. L’amministrazione procederà altresì, ove necessario, al ricalcolo del contributo di costruzione.
Il permesso decade con l’entrata in vigore di contrastanti previsioni urbanistiche, salvo che i lavori siano già iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data di inizio.

torna all'inizio del contenuto
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com